Consumer Confidence Index (Indice fiducia consumatori del Conference Board)

CONDIVIDI

FONTE: Conference Board (www.conference-board.org)

PUBBLICAZIONE: Mensile. L'ultimo martedì di ogni mese alle ore 10:00 ET (16:00 ora italiana). Si riferisce al mese in cui viene pubblicato.

IMPORTANZA: Media. L'indice ha un impatto moderato sul mercato. Nonostante si tratti del principale strumento di misurazione del grado di fiducia dei consumatori statunitensi negli ultimi anni tale indicatore ha perso importanza a vantaggio di altre statistiche elaborate negli ambienti accademici.

DESCRIZIONE:L'indice della fiducia dei consumatori del Conference Board, un'organizzazione indipendente e senza scopo di lucro che si occupa di organizzare riunioni e condurre ricerche di carattere economico finanziario, si basa su un campione rappresentativo di 5.000 persone. L'indicatore è il frutto dei risultati di un sondaggio mensile condotto per il Conference Board da TNS, una delle più importanti società di ricerca del mondo. Il dato è principalmente influenzato dal previsto potere d'acquisto dei compratori per il semestre successivo; ne consegue che il rapporto che si viene a creare tra l'indice e la capacità di spendita è molto forte: quando l'indice assume dei valori elevati i consumatori tenderanno ad accrescere i propri acquisti; quando, al contrario, l'indice assumerà dei bassi valori, tendenzialmente i consumi saranno portati in diminuzione. Tuttavia bisogna affermare che in realtà il sistema di variabili che influenzano i risultati del Consumer Confidence Index sono molteplici: citiamo, ad esempio, le condizioni contrattuali (commerciali e non solo), i rapporti di lavoro e le retribuzioni. Alcuni economisti criticano il fatto che l'indice del Conference Board si basi sulle aspettative dei consumatori sui prossimi sei mesi. Questo lasso di tempo sarebbe troppo breve e renderebbe l'indicatore estremamente volatile. Un altro punto di critica è la debole connessione dell'indice con le spese delle famiglie. Per questi motivi molti esperti considerano più affidabile il dato sulla fiducia dei consumatori elaborato dall'Università del Michigan.

Redazione Borsainside
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions