Borse Asia-Pacifico negative, Shanghai affonda ai minimi dal febbraio 2009

borse-asia-pacifico-negative-shanghai-affonda-ai-minimi-dal-febbraio-2009
© iStockPhoto

Lo Shanghai Composite ha chiuso in ribasso del 2,1%.

CONDIVIDI

Tutte le principali borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso oggi in ribasso.

Lo Shanghai Composite ha perso il 2,1% a 2.024,84 punti. Era dal febbraio del 2009 che l'indice cinese non chiudeva a tali livelli. Sulla Borsa di Shanghai hanno pesato i timori legati al rallentamento dell'economia. La lettura preliminare dell'indice PMI di HSBC e Markit Economics ha segnalato che l'attività manifatturiera ha registrato a settembre in Cina una contrazione per l'undicesimo mese di fila. Il calo dei prezzi delle materie prime ha penalizzato i minerari ed i petroliferi. Nel settore minerario Aluminum Corporation of China (CNE1000001T8) ha perso il 2,8% e Jiangxi Copper (CN0009070615) il 3,8%. Nel settore petrolifero PetroChina (CN0009365379) ha perso l'1,5% e Sinopec (CN0005789556) l'1,7%.
New China Life Insurance (CNE1000019Y0) ha chiuso in ribasso del 7,2%. Il gruppo assicurativo ha comunicato che la massa premi è calata ad agosto da anno ad anno del 12%. Sulla scia di New China Life Insurance China Life (CN0003580601) ha perso il 2% e China Pacific Insurance (CN0003580601) il 2,1%.

L'Hang Seng ad Hong Kong ha perso l'1,2%, l'S&P/ASX 200 a Sydney lo 0,5%, il Taiex a Taipei lo 0,7%, il FTSE Straits Times a Singapore lo 0,4% e il Kospi a Seul lo 0,8%.

Articoli correlati