Borsa di Tokyo: Il Nikkei scende per la quarta seduta di fila

borsa-di-tokyo-il-nikkei-scende-per-la-quarta-seduta-di-fila
© Shutterstock

L'indice PMI di HSBC ha confermato il rallentamento dell'attività manifatturiera in Cina. Penalizzati i minerari ed i petroliferi a causa dei prezzi delle materie prime.

CONDIVIDI

La Borsa di Tokyo ha chiuso anche oggi in ribasso. Il Nikkei ha perso lo 0,8% a 13.694,04 punti e il Topix lo 0,4% a 1.153,28 punti. Per il Nikkei si è trattato della quarta seduta negativa di fila. Sul mercato azionario giapponese ha pesato l'aumento dei timori legati allo stato di salute dell'economia globale.

Tutti i dati macroeconomici pubblicati ieri negli USA sono stati inferiori alle previsioni degli economisti. L'indice PMI di HSBC ha inoltre confermato il rallentamento dell'attività manifatturiera in Cina. Il calo dei prezzi delle materie prime ha penalizzato i minerari ed i petroliferi.

Nel settore minerario Sumitomo Metal Mining (JP3402600005) ha perso il 2,4%, Mitsui Mining & Smelting (JP3888400003) lo 0,9% e Mitsubishi Materials (JP3903000002) l'1,4%. Nel settore petrolifero JX Holdings (JP3386450005) ha perso lo 0,9%, Cosmo Oil (JP3298600002) il 2,6% e Inpex (JP3294430008) lo 0,5%.
Toyota
(JP3633400001) ha perso l'1,1%. Le vendite del costruttore giapponese di automobili sono a sorpresa calate ad aprile negli USA.

Tra i titoli dei produttori di macchine industriali, che dipendono in particolar modo dalla domanda cinese, Hitachi Construction Machinery (JP3787000003) ha perso il 2,1% e Komatsu (JP3304200003) il 4,1%.
Sharp (JP3359600008) ha guadagnato il 5%. Secondo il quotidiano finanziario "Nikkei" il produttore di pannelli LCD potrebbe ricevere da un gruppo di banche una linea di credito da 100 miliardi di yen.
Takeda (JP3463000004) ha guadagnato il 2,3%. Un tribunale di Los Angeles ha annullato una sentenza contro il gruppo farmaceutico giapponese relativa ai presunti effetti collaterali dell'Actos, un farmaco per la cura del diabete.

Articoli correlati