Borse Asia-Pacifico: Chiusura contrastata, Shanghai +0,6%

borse-asia-pacifico-chiusura-contrastata-shanghai-06
© Shutterstock

Chiusura in rosso per Honk Kong e Sydney. I dati relativi al settore manifatturiero cinese pubblicati ieri da HSBC hanno segnalato che l'economia della Cina continua ad avere delle difficoltà.

CONDIVIDI

Le principali borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso contrastate.

Lo Shanghai Composite ha guadagnato lo 0,6% a 2.288,53 punti. Gli operatori hanno osservato che il mercato si attende che il governo cinese accelererà le riforme allo scopo di spingere la crescita. I dati relativi al settore manifatturiero cinese pubblicati ieri da HSBC hanno segnalato che l'economia della Cina continua ad avere delle difficoltà.

China CNR (CNE100000JN9) e China CSR (CNE100000BG0) hanno guadagnato rispettivamente il 2,3% e  l'1,7%. Secondo quanto riporta il "China Securities Journal" i due maggiori produttori di treni della Cina potrebbero ricevere un'importante commessa da China Railway Corp. Il settore immobiliare è stato anche oggi debole.

China Vanke (CN0008879206) ha perso lo 0,8% e Gemdale (CNE000001790) l'1%. I bancari hanno chiuso misti. Industrial and Commercial Bank (CN000A0LB42) ha guadagnato lo 0,2% e Shanghai Pudong Development Bank (CN0009282731) lo 0,5%. Agricultural Bank of China (CNE100000Q43) ha perso lo 0,4% e China Merchants Bank (CN000A0KFDV9) lo 0,1%.

L'Hang Seng a Hong Kong ha perso lo 0,2%, l'S&P/ASX 200 a Sydney l'1,6% e il Taiex a Taipei lo 0,3%. Il Kospi a Seul ha guadagnato lo 0,2%. La Borsa di Singapore è rimasta ferma.

Articoli correlati