Cina: Indicazioni contrastanti per il settore manifatturiero

cina-indicazioni-contrastanti-per-il-settore-manifatturiero
© Shutterstock

L'indice di HSBC è sceso a maggio al di sotto di 50 punti, quello della CFLP è invece salito a 50,8 punti.

CONDIVIDI

HSBC ha comunicato oggi che in base alle sue stime definitive l'indice PMI per la Cina è sceso a maggio, rispetto ad aprile, da 50,4 a 49,2 punti. La lettura preliminare aveva indicato un calo a 49,6 punti. Ricordiamo che un valore superiore a 50 punti segnala una crescita dell'attività manifatturiera mentre un valore inferiore indica una contrazione. HSBC osserva che il calo dell'indice PMI segnala un marginale indebolimento del settore manifatturiero verso la fine di maggio a causa del deterioramento della domanda interna.
Già sabato scorso la CFLP (China Federation of Logistics and Purchasing) aveva annunciato che il suo indice PMI è salito  a maggio, rispetto ad aprile, da 50,6 a 50,8 punti. Da notare è che mentre l'indice PMI della CFLP si concentra sulle grandi fabbriche, l'indice di HSBC misura soprattutto l'attività delle imprese di piccole e medie dimensioni.

Articoli correlati