Borse Asia-Pacifico: Shanghai sale, Sydney pesante

borse-asia-pacifico-shanghai-sale-sydney-pesante
© Shutterstock

Lo Shanghai Composite ha guadagnato lo 0,8% a 1.995,24 punti.

CONDIVIDI

Eccetto Shanghai tutte le principali borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso oggi in ribasso.

Lo Shanghai Composite ha guadagnato lo 0,8% a 1.995,24 punti. L'indice PMI della CFLP (China Federation of Logistics and Purchasing) relativo al settore manifatturiero cinese è sceso a giugno meno di quanto atteso dagli economisti. Sul mercato si sono inoltre ulteriormente ridotti i timori relativi alle recenti tensioni nel sistema finanziario. I settori dei media e dell'industria farmaceutica hanno guidato la lista dei rialzi. I bancari hanno chiuso contrastati. Industrial and Commercial Bank (CN000A0LB42) ha guadagnato lo 0,3%, Agricultural Bank of China (CNE100000Q43) l'1,2% e Minsheng Banking Corp (CN0005910772) lo 0,2%. China Construction Bank (CN000A0HF1W3) ha perso lo 0,5% e Bank of Communications (CN000A0ERWC7) l'1,3%. I minerari hanno beneficiato della ripresa dei prezzi dei metalli. Jiangxi Copper (CN0009070615) ha chiuso in rialzo dell'1,8% e Zijin Mining (CNE100000502) dell'1,3%. Ancora bene il settore petrolifero. PetroChina (CN0009365379) ha guadagnato l'1,1% e Sinopec (CN0005789556) il 2%.

L'S&P/ASX 200 a Sydney ha perso l'1,9%, il FTSE Straits Times a Singapore lo 0,3%, il Taiex a Taipei lo 0,3% e il Kospi a Seul lo 0,4%. La Borsa di Hong Kong è rimasta ferma.

Articoli correlati