Giappone: L'inflazione vola ai massimi dal 1991

giappone-linflazione-vola-ai-massimi-dal-1991
© Shutterstock

I prezzi al consumo "core" sono aumentati ad aprile del 3,2%. Le spese familiari sono calate del 4,6%.

CONDIVIDI

L'inflazione ha accelerato significativamente in Giappone. I prezzi al consumo "core", che escludono i prezzi degli alimentari freschi ma includono i costi per l'energia, sono aumentati ad aprile, su base annua, del 3,2%. Si è trattato del più forte aumento dal febbraio del 1991. Gli economisti avevano previsto un aumento del 3,1%.

La forte accelerazione dell'inflazione è stata causata dall'aumento dell'IVA, dal 5% all'8%. Le imprese hanno subito reagito alla misura decisa dal premier Shinzo Abe alzando i loro prezzi.

Forte calo dei consumi

L'aumento dell'IVA ha avuto un forte impatto anche sui consumi. Le spese familiari sono calate ad aprile del 4,6%. Si è trattato del più forte calo dal marzo 2011. Gli esperti avevano previsto un calo del 3,2%.

Tra gli altri dati macroeconomici pubblicati oggi in Giappone, il tasso di disoccupazione è rimasto lo scorso mese invariato al 3,6%.

La produzione industriale giapponese è cresciuta del 2,5% contro il +2% atteso dagli economisti.

Articoli correlati