La Borsa di Shanghai si sgonfia, dopo il rally arriva il sell-off

La Borsa di Shanghai si sgonfia, dopo il rally arriva il sell-off
Pioggia di vendite alla Borsa di Shanghai. © Shutterstock

Lo Shanghai Composite ha perso il 5,4% a 2.856,27 punti. Peggior seduta da più di cinque anni.

CONDIVIDI

Tutte le principali borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso oggi in ribasso.

Dopo l'eccezionale rally delle ultime settimane lo Shanghai Composite ha perso il 5,4% a 2.856,27 punti. Per il listino cinese, che ieri aveva chiuso ai massimi dall'aprile del 2011, si è trattato della peggiore seduta da più di cinque anni. La volatilità è salita oggi alle stelle. I volumi di scambio sono stati enormi ed hanno raggiunto un nuovo livello record. Le autorità cinesi hanno deciso che le obbligazioni più rischiose non possono essere più utilizzate come collaterale per garantire prestiti di breve termine. La misura ha fatto scattare una pioggia di vendite sul mercato. Il settore finanzario, che aveva brillato in particolar modo durante le scorse sedute, è crollato. Tra i bancari Industrial and Commercial Bank (CN000A0LB42) ha perso il 9,3% e Agricultural Bank of China (CNE100000Q43) il 9,2%. Tra gli assicurativi China Life (CN0003580601) ha perso il 10% e Ping An Insurance (CNE1000003X6) l'8,5%.
A picco anche petroliferi sulla scia del prezzo del petrolio. PetroChina (CN0009365379) ha perso l'8% e Sinopec (CN0005789556) l'8,2%.

Tra gli altri principali indici della regione Asia-Pacifico l'Hang Seng a Hong Kong ha perso il 2,3%, l'S&P/ASX 200 a Sydney l'1,7%, il Taiex a Taipei lo 0,6% e il Kospi a Seul lo 0,4%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions