Prada frena nel 2014, paga il calo della domanda in Cina

Prada frena nel 2014, paga il calo della domanda in Cina
I ricavi di Prada sono calati lo scorso esercizio. ©ismaishak - Shutterstock

I ricavi di Prada sono calati lo scorso esercizio dell'1%. Crescita in America, Giappone e Medio Oriente.

CONDIVIDI

Prada (IT0003874101) ha annunciato che nell'esercizio chiuso lo scorso 31 gennaio i suoi ricavi sono calati dell'1% a €3,55 miliardi. Gli analisti avevano previsto €3,57 miliardi. A frenare la crescita del produttore di beni di lusso sono stati il declino della domanda in Cina e la debolezza dell'economia europea.

I ricavi sono scesi nell'area Asia Pacifico del 5% (-7% a cambi costanti) e in Europa dell'1%.

In America, Giappone e Medio Oriente Prada ha registrato invece una solida crescita.

Le vendite del canale retail sono rimaste lo scorso esercizio sostanzialmente stabili a €2,98 miliardi. Le vendite wholesale sono scese del 4% (-5% a cambi costanti).

Lo scorso esercizio Prada ha aperto 54 nuovi negozi e portato il totale dei punti commerciali in gestione diretta a 594.

Prada prevede di pubblicare i suoi dati definitivi di bilancio il prossimo 26 marzo.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions