Borse Asia Pacifico: Shanghai prima crolla, poi rimbalza

Borse Asia Pacifico: Shanghai prima crolla, poi rimbalza
Lo skyline del distretto finanziario di Shanghai. © Shutterstock

Lo Shanghai Composite ha guadagnato lo 0,8% a 4.947,10 punti.

CONDIVIDI

La maggior parte delle principali borse della regione Asia-Pacifico ha chiuso oggi in ribasso.

Lo Shanghai Composite ha guadagnato lo 0,8% a 4.947,10 punti. La seduta è stata molto volatile. Golden Sun Securities ha escluso i piccoli titoli high-tech dal margin trading. La notizia ha scatenato una pioggia di vendite. Lo Shanghai Composite è arrivato a perdere fino al 5,4%, prima di rimbalzare. Secondo gli operatori il mercato si sarebbe reso conto che Golden Sun Securities è solo un piccolo broker e che la sua reazione è stata eccessiva.

Nonostante il rimbalzo i titoli high-tech sono rimasti in rosso. I settori bancario ed energetico hanno invece registrato dei forti guadagni. Bank of Communications (CN000A0ERWC7) ha chiuso in rialzo del 10%. China Shenhua Energy (CN000A0ERK49), il maggiore produttore cinese di carbone, è salito del 4,1%.

Tra gli altri principali indici della regione Asia-Pacifico l'Hang Seng a Hong Kong ha perso lo 0,4%, l'S&P/ASX 200 a Sydney ha perso l'1,4% e il Taiex a Taipei il 2,2%. Il Kospi a Seul ha guadagnato lo 0,5%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions
iqOption