La Borsa di Shanghai crolla, peggior settimana dal 2008

La Borsa di Shanghai crolla, peggior settimana dal 2008
© iStockPhoto

Lo Shanghai Composite ha perso il 6,4% a 4.478,36 punti.

CONDIVIDI

Eccetto Shanghai, che è andata a picco, tutte le principali borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso oggi in rialzo.

Lo Shanghai Composite ha perso il 6,4% a 4.478,36 punti. Durante l'intera settimana l'indice cinese ha perso il 13,3%. Si tratta della peggior performance settimanale del 2008.

Alcune banche d'affari hanno avvertito questa settimana che il mercato azionario cinese è a rischio di bolla. A seguito del rally degli ultimi dodici mesi le valutazioni sono lievitate significativamente. Il valore dei titoli cinesi è balzato di più di $6 bilioni nell'arco di un anno.

Le autorità di vigilanza hanno annunciato perciò lunedì regole più restrittive per il margin trading innescando una pioggia di vendite.

A pesare sulla Borsa di Shanghai è stato inoltre il forte calo della liquidità causato dalla nuova ondata di IPO. Questa settimana ben 25 compagnie, tra cui il gigante del brokeraggio Guotai Junan Securities, hanno offerto azioni al pubblico.

Tra gli altri principali indici della regione Asia-Pacifico l'Hang Seng a Hong Kong ha guadagnato lo 0,3%, l'S&P/ASX 200 a Sydney l'1,3%, il FTSE Straits Times a Singapore lo 0,1% e il Kospi a Seul lo 0,3%. La Borsa di Taipei è rimasta ferma.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA
Adv