La Borsa di Tokyo chiude ancora contrastata, a picco Fast Retailing

La Borsa di Tokyo chiude ancora contrastata, a picco Fast Retailing
©stock_shot - Shutterstock

Il Nikkei ha perso lo 0,4% a 19.779,83 punti, il Topix ha guadagnato invece lo 0,2% a 1.583,55 punti. In ripresa i bancari.

CONDIVIDI

La Borsa di Tokyo ha chiuso anche oggi contrastata. Il Nikkei ha perso lo 0,4% a 19.779,83 punti, il Topix ha guadagnato invece lo 0,2% a 1.583,55 punti.

Il governo greco ha inviato all'Eurogruppo un piano di riforme simile a quello proposto ultimamente dai creditori. Le borse cinesi hanno inoltre esteso il rimbalzo. L'aumento della tendenza al rischio si è riflesso sul mercato valutario. Lo yen si è indebolito sia rispetto al dollaro che all'euro. Tuttavia, questi fattori positivi sono stati messi in ombra dalle forti perdite del settore retail.

Fast Retailing (JP3802300008) ha chiuso in ribasso del 6%. Il gruppo che controlla Uniqlo, la principale catena d'abbigliamento del Giappone, ha espresso prudenza sulle vendite sul mercato domestico durante i mesi estivi. Sulla scia di Fast Retailing Aeon (JP3388200002) ha perso l'1,9%, FamilyMart (JP3802600001) l'1,6% e Seven & I Holdings Co. (JP3422950000) l'1,9%.

I bancari hanno registrato una ripresa. Mitsubishi UFJ Financial (JP3902900004) ha guadagnato il 2,3%, Sumitomo Mitsui Financial Group (JP3890350006) l'1% e Mizuho Financial Group (JP3885780001) l'1,2%.

I petroliferi hanno beneficiato dell'aumento del prezzo del petrolio. Inpex (JP3294430008) ha guadagnato l'1,6% e Showa Shell Sekiyu K.K. (JP33668000059) l'1,5%.

©RIPRODUZIONE RISERVATA