Panico sulle borse cinesi, Shanghai -8,5%

Panico sulle borse cinesi, Shanghai -8,5%
© iStockPhoto

Più forte ribasso dal 2007. Hong Kong ha perso il 5,2%.

CONDIVIDI

Sulle borse cinesi si è scatenato oggi il panico. Lo Shanghai Composite ha perso oggi l'8,5% a 3.209,91 punti. Per l'indice si è trattato del più forte ribasso dal 2007.

Le autorità cinesi hanno autorizzato i fondi pensioni ad acquistare azioni. Gli investitori avevano però sperato in misure più decise. Molti analisti avevano anticipato un intervento della Banca Popolare della Cina durante il fine settimana.

I mercati temono che l'economia cinese possa rallentare più del previsto. Il sell-off potrebbe quindi continuare visto che le valutazioni restano molto elevate. Il rapporto prezzo-utili è attualmente pari a circa 60.

Più di 800 titoli dello Shanghai Composite hanno perso oggi il 10%, il limite massimo consentito. Tra le blue chip Industrial and Commercial Bank (CN000A0LB42) ha perso il 9,7%, China Shenhua Energy (CN000A0ERK49) il 10% e PetroChina (CN0009365379) il 4,9%.

Tra gli altri principali indici della regione Asia-Pacifico l'Hang Seng a Hong Kong ha perso il 5,2%, il Kospi a Seul il 2,5%, il Taiex a Taipei il 4,8%, l'S&P/ASX 200 a Sydney il 4,1% e il FTSE Straits Times a Singapore il 4,3%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA
Adv