Bank of Japan non cambia nulla nonostante la nuova recessione

Bank of Japan non cambia nulla nonostante la nuova recessione
Il logo della Bank of Japan.

La Bank of Japan si attende che l'economia continuerà a riprendersi ad un ritmo moderato. Nel terzo e nel secondo trimestre il PIL ha registrato un calo.

CONDIVIDI

La Bank of Japan non ha cambiato nulla, nonostante l’economia del Paese del Sol Levante sia tornata lo scorso mese in recessione.

Il consiglio direttivo della Banca centrale del Giappone ha lasciato i suoi i tassi d'interesse invariati e ribadito che acquisterà ogni anno asset per 80 bilioni di yen. La decisione è stata presa con 8 voti a favore ed 1 contro.

Il PIL giapponese è calato nel terzo trimestre del 2015 dello 0,8%, dopo il -0,7% del trimestre precedente. Gli economisti parlano di "recessione tecnica" quando l'attività economica di un Paese si contrae per due trimestri consecutivi.

Nel suo comunicato la Bank of Japan indica tuttavia che l’economia giapponese ha continuato la sua moderata ripresa, nonostante il rallentamento delle economie emergenti abbia pesato sulle esportazioni e sulla produzione.

La Bank of Japan si attende che l'economia continuerà a riprendersi ad un ritmo moderato. Per quanto riguarda l'inflazione l'istituto ribadisce che resterà probabilmente, nel breve termine, vicina allo zero a causa del declino dei prezzi dell'energia.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions
iqOption