FMI promuove la Cina, lo yuan entra in paniere valute di riserva

FMI promuove la Cina, lo yuan entra in paniere valute di riserva
Lo yuan cinese sarà valuta di riserva. © Shutterstock

Finora hanno fatto parte dell’unità di conto del FMI quattro valute: il dollaro, l'euro, la sterlina e lo yen.

CONDIVIDI

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha deciso di includere lo yuan cinese nel paniere di valute che determina il valore degli Special Drawing Rights (SDR), i diritti speciali di prelievo. Si tratta di un’importante vittoria per Pechino che aveva chiesto da tempo che lo yuan diventasse valuta di riserva.

Finora hanno fatto parte dell’unità di conto del FMI quattro valute: il dollaro, l'euro, la sterlina e lo yen.

Christine Lagarde, la direttrice del FMI, ha dichiarato che l’inclusione dello yuan nel paniere degli SDR rappresenta un’importante pietra miliare per l’integrazione della Cina nell’economia globale. La decisione sarà effettiva dal 1 ottobre del 2016.

La moneta cinese peserà per il 10,92% nel nuovo paniere degli SDR. Il peso del dollaro scenderà dal 41,9% al 41,73%, quello dell’euro dal 37,4% al 30,93%, quello della sterlina dall’11,3% all’8,09% e quello dello yen dal 9,4% all’8,33%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions