Borse Asia: Chiusura positiva, a Shanghai vola il settore immobiliare

Borse Asia: Chiusura positiva, a Shanghai vola il settore immobiliare
© Shutterstock

Lo Shanghai Composite ha guadagnato lo 0,3% a 3.456,31 punti.

CONDIVIDI

Tutte le principali borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso oggi in rialzo.

Lo Shanghai Composite ha guadagnato lo 0,3% a 3.456,31 punti. L'indice PMI della CFLP (China Federation of Logistics and Purchasing) relativo al settore manifatturiero cinese è sceso a novembre ai minimi dall’agosto del 2012. La notizia ha incrementato l’aspettativa degli investitori che Pechino agirà ancora per sostenere la sua economia.

Tra i singoli settori la migliore performance l’hanno registrata anche oggi i gruppi immobiliari. China Vanke (CN0008879206) e Poly Real Estate (CN000A0KE8T0) hanno guadagnato il 10%. Il mercato si attende che il governo cinese lancerà nuove misure per stimolare la ripresa del settore immobiliare.

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha deciso ieri di includere lo yuan cinese nel paniere di valute che determina il valore degli Special Drawing Rights (SDR), i diritti speciali di prelievo. La notizia era ormai scontata e non ha avuto alcun impatto sulla Borsa di Shanghai. Secondo UBS la misura potrebbe essere negativa per le azioni cinesi nel breve termine perché lo yuan rischierebbe di deprezzarsi. Nel lungo periodo la decisione del FMI sarebbe invece positiva perché i flussi di capitale verso la Cina dovrebbero aumentare.

Tra gli altri principali indici della regione Asia-Pacifico l'Hang Seng a Hong Kong ha guadagnato l’1,8%, l'S&P/ASX 200 a Sydney l’1,9%, il Taiex a Taipei l’1,7% e il Kospi a Seul l’1,6%. Il FTSE Straits Times a Singapore sale al momento dello 0,4%.

©RIPRODUZIONE RISERVATA