Borse Asia-Pacifico: Shanghai affonda ed entra nel mercato orso

Borse Asia-Pacifico: Shanghai affonda ed entra nel mercato orso
L'orso sulla Borsa di Shanghai. © iStockPhoto

Lo Shanghai Composite ha perso il 3,5% a 2.900,97 punti.

CONDIVIDI

Quasi tutte le principali borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso oggi in ribasso.

Lo Shanghai Composite ha perso il 3,5% a 2.900,97 punti. Si tratta del più basso livello da 13 mesi. L'indice cinese è entrato inoltre formalmente nel mercato orso. Lo Shanghai Composite ha perso infatti dai massimi raggiunti lo scorso dicembre più del 20%.

Le banche cinesi hanno concesso a dicembre nuovi prestiti per 597,8 miliardi di yuan, in netto calo dai 708,9 miliardi di yuan novembre e sotto i 700 miliardi di yuan attesi dagli analisti. La notizia ha incrementato i timori legati al rallentamento della seconda economia mondiale.

I titoli high-tech, che ieri avevano registrato una ripresa, sono tornati a soffrire. China National Software & Service (CNE000001BB0) ha perso il 6%, Hundsun Technologies (CNE000001GD5) il 5,6%, Neusoft (CNE000000KJ6) il 3,6% e Yonyou Network (CNE0000017Y6) il 4,7%.

La debolezza del prezzo del petrolio ha pesato sui petroliferi. PetroChina (CN0009365379) ha perso il 3,8% e Sinopec (CN0005789556) il 3,9%.

Tra gli altri principali indici della regione Asia-Pacifico l'Hang Seng a Hong Kong ha perso l’1,5%, il Kospi a Seul l’1,1% e l'S&P/ASX 200 a Sydney lo 0,3%. Il Taiex a Taipei ha guadagnato lo 0,3%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions
iqOption