Borsa Tokyo chiude poco mossa, bene i bancari, crolla Suzuki

Borsa Tokyo chiude poco mossa, bene i bancari, crolla Suzuki
Il Nikkei ha chiuso poco mosso. © Shutterstock

Il Nikkei ha perso lo 0,1% a 16.644,69 punti, il Topix ha guadagnato invece lo 0,2% a 1.338,38 punti.

CONDIVIDI

La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi poco mossa e contrastata. Il Nikkei ha perso lo 0,1% a 16.644,69 punti, il Topix ha guadagnato invece lo 0,2% a 1.338,38 punti.

L’economia giapponese è a sorpresa rimbalzata nel primo trimestre. Il PIL è cresciuto dell’1,7% contro il +0,3% atteso dagli economisti. La notizia ha ridotto l’aspettativa degli investitori che il governo giapponese posticiperà il previsto aumento dell’IVA per non mettere a rischio la ripresa.

Tra i bancari Mitsubishi UFJ Financial (JP3902900004) ha guadagnato il 4,2%, Sumitomo Mitsui Financial Group (JP3890350006) il 3,4% e Mizuho Financial Group (JP3885780001) il 2,7%. Il miglioramento delle condizioni dell’economia ha reso meno probabile che la Bank of Japan taglierà ulteriormente i suoi tassi in territorio negativo.

Suzuki Motor (JP3397200001) ha perso il 9,4%. Il costruttore di automobili ha ammesso di aver manipolato i test sull’efficienza energetica dei suoi veicoli.

I petroliferi hanno beneficiato del nuovo balzo del prezzo del petrolio. Japan Petroleum Exploration (JP3421100003) ha guadagnato il 4,3% e Inpex (JP3294430008) l’8,1%.

Il settore telefonico è stato anche oggi debole. KDDI (JP3496400007) ha perso il 2,1% e NTT DoCoMo (JP3165650007) l’1,1%. A pesare sono state ancora le indiscrezioni di stampa secondo cui il governo giapponese potrebbe aumentare la pressione sugli operatori di telefonia mobile affinché offrano tariffe meno care per i consumatori.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions