Borse Asia-Pacifico: Shanghai frena, male i minerari

Borse Asia-Pacifico: Shanghai frena, male i minerari
Lo skyline del distretto finanziario di Shanghai. © Shutterstock

Lo Shanghai Composite ha perso lo 0,2% a 3.054,02 punti.

CONDIVIDI

La maggior parte delle principali borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso oggi in rialzo.

Lo Shanghai Composite ha perso lo 0,2% a 3.054,02 punti. Le esportazioni e le importazioni della Cina sono calata a giugno più di quanto atteso dagli economisti. La notizia ha segnalato che la seconda economia mondiale stenta a riprendersi. Domani Pechino pubblicherà il dato sul PIL relativo al secondo trimestre.

Le vendite hanno colpito soprattutto i produttori di materie prime. Aluminum Corporation of China (CNE1000001T8) ha perso lo 0,7% e Jiangxi Copper (CN0009070615) il 2,4%.

Sinopec Oilfield Service (CNE000000HS3) ha perso il 2,8% dopo aver annunciato di attendersi un aumento della sua perdita nel primo semestre.

Tra gli altri principali indici della regione Asia-Pacifico l'Hang Seng a Hong Kong ha guadagnato l’1,1%, il Kospi a Seul lo 0,2%, l'S&P/ASX 200 a Sydney lo 0,4% e il Taiex a Taipei lo 0,1%. Il FTSE Straits Times a Singapore ha perso lo 0,1%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA
Adv
Trade indices Online
iqOption