Borse Asia-Pacifico: Shanghai chiude in rosso, pesa nuovo aumento Shibor

Borse Asia-Pacifico: Shanghai chiude in rosso, pesa nuovo aumento Shibor
© Shutterstock

Lo Shanghai Composite ha perso l’1% a 3.250,04 punti. Forti vendite sui minerari.

CONDIVIDI

La maggior parte delle principali borse della regione Asia-Pacifico ha chiuso oggi in rialzo.

Lo Shanghai Composite ha perso l’1% a 3.250,04 punti. Il nuovo aumento dei tassi sul mercato monetario ha fatto scattare delle prese di beneficio. Lo Shanghai Composite era salito nelle quattro sedute precedenti. Durante l’intero mese di novembre l’indice ha guadagnato il 4,8%. Lo Shibor, il tasso interbancario cinese, è salito oggi per il quindicesimo giorno consecutivo. Le misure prese dalla Banca centrale della Cina per difendere lo yuan stanno assorbendo fondi dal sistema bancario e aumentando i timori di una crisi di liquidità.

Il calo dei prezzi dei metalli ha penalizzato i minerari. Aluminum Corporation of China (CNE1000001T8) ha perso il 3,9% e Jiangxi Copper (CN0009070615) il 4,6%.

Nel settore immobiliare China Vanke (CN0008879206) ha guadagnato il 3,1%. Evergrande (KYG2119W1069) ha aumentato ulteriormente la sua partecipazione nel gruppo rivale.

Tra gli altri principali indici della regione Asia-Pacifico l'Hang Seng ad Hong Kong ha guadagnato lo 0,2%, il Taiex a Taipei lo 0,5%, il Kospi a Seul lo 0,3% e il FTSE Straits Times a Singapore lo 0,9%. L'S&P/ASX 200 a Sydney ha perso lo 0,3%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions