Borse Asia-Pacifico: Sale solo Singapore, Shanghai pesante

Borse Asia-Pacifico: Sale solo Singapore, Shanghai pesante
© Shutterstock

Il presidente dell’organo che vigila sulle borse cinesi ha criticato aspramente le recenti acquisizioni di titoli di compagnie quotate.

CONDIVIDI

Quasi tutte le principali borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso oggi in flessione.

Lo Shanghai Composite ha perso l’1,2% a 3.204,71 punti. Il presidente dell’organo che vigila sulle borse cinesi ha criticato aspramente le recenti acquisizioni di titoli di compagnie quotate, mettendo in dubbio le fonti di finanziamento degli acquirenti.

L’invettiva è arrivata dopo che Evergrande (KYG2119W1069), il maggiore gruppo immobiliare della Cina, ha aumentato durante le scorse settimane più volte la sua partecipazione nel rivale China Vanke (CN0008879206). La Borsa di Shenzhen aveva già avvertito in precedenza di aver rafforzato la sua vigilanza dopo aver constatato “comportamenti anormali di trading” che hanno riguardato China Vanke e altri titoli. China Vanke ha perso oggi il 3,6%. Tra gli altri gruppi immobiliari Poly Real Estate (CN000A0KE8T0) ha perso il 5,5% e Gemdale (CNE000001790) il 9,2%.

Forti vendite anche sui titoli legati alle infrastrutture. China State Construction Engineering (CNE100000F46) ha perso il 9,1% e Power Construction Corp. of China (CNE1000017G1) il 9,4%.

Tra gli altri principali indici della regione Asia-Pacifico l'Hang Seng ad Hong Kong ha perso lo 0,3%, il Taiex a Taipei lo 0,3%, il Kospi a Seul lo 0,4% e l'S&P/ASX 200 a Sydney lo 0,8%. Il FTSE Straits Times a Singapore ha guadagnato lo 0,8%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA
Adv
+500
iqOption