La Borsa di Shanghai torna a salire, forti acquisti sulle materie prime

La Borsa di Shanghai torna a salire, forti acquisti sulle materie prime
©GuoZhongHua - Shutterstock

Brillano i titoli dei produttori di acciaio e carbone. Deboli le banche. Scende ancora China Vanke. Salgono anche le altre borse asiatiche.

CONDIVIDI

Tutte le principali borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso oggi in rialzo.

Dopo le perdite delle scorse sedute, lo Shanghai Composite ha guadagnato lo 0,7% a 3.222,24 punti. Il mercato azionario cinese ha beneficiato del rally dei titoli dei produttori di materie prime. Nel settore dell’acciaio Angang Steel (CN0009082362) ha guadagnato il 10% e Maanshan Iron & Steel (CNE1000003R8) il 5,7%. Nel settore del carbone China Coal Energy (CNE100000528) ha guadagnato l’1,5% e Yanzhou Coal (CN0009131243) il 2,2%. Nel settore del rame Jiangxi Copper (CN0009070615) ha guadagnato il 3,6% e Yunnan Copper (CNE000000W13) il 4,5%.

I bancari sono stati deboli. Agricultural Bank of China (CNE100000Q43) ha perso lo 0,6% e Bank of China (CN000A0J3PX9) lo 0,3%.

China Vanke (CN0008879206) ha perso un ulteriore 1% dopo che il presidente dell’organo che vigila sulle borse cinesi ha criticato indirettamente le recenti acquisizioni di azioni del gruppo immobiliare da parte del rivale Evergrande (KYG2119W1069).

Tra gli altri principali indici della regione Asia-Pacifico l'Hang Seng ad Hong Kong ha guadagnato lo 0,6%, il Taiex a Taipei lo 0,1%, il Kospi a Seul lo 0,1%, l'S&P/ASX 200 a Sydney lo 0,9% e il FTSE Straits Times a Singapore lo 0,4%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Trade indices Online
iqOption