Borsa Tokyo chiude debole, male Toyota dopo minacce Trump

Borsa Tokyo chiude debole, male Toyota dopo minacce Trump
© Shutterstock

Le minacce di Trump hanno pesato sull'intero settore dell'auto. A picco Fast Retailing. Bene i farmaceutici. Ritraccia lo yen.

CONDIVIDI

La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi debole. Il Nikkei ha perso lo 0,3% a 19.454,33 punti e il Topix lo 0,2% a 1.553,32 punti.

Prima del rapporto dell’occupazione negli Stati Uniti e del lungo fine settimana, la Borsa di Tokyo rimarrà lunedì ferma, gli investitori sono stati restii ad esporsi a rischi. Sul mercato valutario lo yen ha ritracciato sul dollaro dopo i forti guadagni di ieri.

Toyota (JP3633400001) ha perso l’1,7%. Il presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, ha attaccato il gruppo giapponese perché vuole costruire un impianto in Messico e minacciato elevati dazi sulle importazioni. Tra gli altri titoli del settore Honda (JP3854600008) l’1,9%, Nissan (JP3672400003) il 2,2% e Mazda Motor (JP3868400007) il 3,2%.

Fast Retailing (JP3802300008) ha perso il 6,7%. Le vendite della controlla Uniqlo, la principale catena d'abbigliamento del Giappone, sono calate a dicembre del 5%.

I farmaceutici hanno beneficiato del loro carattere difensivo. Takeda (JP3463000004) ha guadagnato lo 0,8%, Daiichi Sankyo (JP3475350009) lo 0,7% e Eisai (JP3160400002) l’1,3%.

Softbank (JP3436100006) ha guadagnato un ulteriore 2,6% dopo che Apple (US0378331005) ha confermato che investirà 1 miliardo di dollari in Vision Fund, fondo da 100 miliardi di dollari creato dal gruppo giapponese per sostenere le aziende high-tech.

©RIPRODUZIONE RISERVATA