Borse Asia-Pacifico, prevale il segno più, Shanghai ai massimi da un mese

Borse Asia-Pacifico, prevale il segno più, Shanghai ai massimi da un mese
©TonyV3112 - Shutterstock

La Cina ha probabilmente raggiunto lo scorso anno il suo target di crescita. Forti acquisti sul settore della difesa. Riaumenta la pressione sullo yuan.

CONDIVIDI

La maggior parte delle principali borse della regione Asia-Pacifico ha chiuso oggi in rialzo.

Lo Shanghai Composite ha guadagnato lo 0,5% a 3.171,24 punti. Si tratta del più alto livello da un mese. A sostenere il mercato è stata la notizia secondo cui la Cina dovrebbe aver raggiunto lo scorso anno il suo target di crescita.

Tra i singoli settori la migliore performance l’hanno registrato i gruppi impegnati nella difesa. Jiangxi Hongdu Aviation Industry (CNE0000015N3) ha guadagnato il 4,1% e AVIC Aircraft (CNE000000RF9) il 5,3%. Il “Global Times”, un quotidiano controllato dallo Stato, ha scritto oggi in editoriale che la Cina cercherebbe di “vendicarsi” se il presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, dovesse abbandonare la politica di “una sola Cina”

Sul mercato valutario la pressione sullo yuan è riaumentata dopo che durante il fine settimana il governo cinese ha comunicato che le riserve in valuta estera sono calate ai minimi da quasi sei anni.

Tra gli altri principali indici della regione Asia-Pacifico l'Hang Seng ad Hong Kong ha guadagnato lo 0,3%, il FTSE Straits Times a Singapore lo 0,6% e l'S&P/ASX 200 a Sydney lo 0,9%. Il Kospi a Seul ha perso lo 0,1% e il Taiex a Taipei lo 0,3%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Trade indices Online
iqOption