Borsa Tokyo chiude in flessione, vendite su esportatori e petroliferi

Borsa Tokyo chiude in flessione, vendite su esportatori e petroliferi
© Shutterstock

Sale lo yen e scende il petrolio. Takeda piatta dopo acquisizione negli USA. Bene Rohm. Crolla Michinoku Bank.

CONDIVIDI

La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in flessione. Il Nikkei ha perso lo 0,8% a 19.301,44 punti e il Topix lo 0,7% a 1.542,31 punti. A pesare sul mercato azionario giapponese sono stati l’apprezzamento dello yen e il forte calo del prezzo del petrolio.

Tra gli esportatori Toyota (JP3633400001) ha perso l’1%, Panasonic (JP3866800000) l’1,2% e Honda (JP3854600008) l’1,1%. Dopo aver toccato un minimo a 115,20 yen, il dollaro scende attualmente dello 0,2% a 115,75 yen.

Tra i petroliferi Japan Petroleum Exploration (JP3421100003) ha perso l’1,7% e Inpex (JP3294430008) l’1,5%. Il prezzo del petrolio ha chiuso ieri a New York in ribasso del 3,8%.

Takeda (JP3463000004) ha guadagnato lo 0,1%. Il gruppo farmaceutico giapponese ha annunciato di aver raggiunto un accordo per acquistare la compagnia biotecnologica sta Rohm (JP3982800009) ha guadagnato il 3,9%. Credit Suisse ha consigliato l'acquisto del titolo del produttore di componenti elettronici con un target price a 9.700 yen.

Rohm (JP3982800009) ha guadagnato il 3,9%. Il produttore di componenti elettronici ha comunicato di aver sviluppato un chip per la strumentazione LCD del settore automotive con la capacità di indentificare guasti interni.

Michinoku Bank (JP3888000001) ha perso l’11,9%. L’istituto di credito ha annunciato che emetterà circa 30,4 milioni di nuove azioni.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Trade indices Online
iqOption