Borse Asia-Pacifico: Chiusura contrastata, Shanghai ancora in rosso

Settima seduta negativa di fila per il listino cinese: lo Shanghai Composite perde l'1%. Si accentua il rallentamento dell'economia della Cina.

CONDIVIDI

Le principali borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso oggi contrastate.

Lo Shanghai Composite ha perso l'1% a 2.195,84 punti. Per il listino cinese si è trattato della settima seduta negativa di fila. Gli investitori temono che i dati macroeconomici che verranno pubblicati durante il fine settimana segnaleranno che il rallentamento dell'economia della Cina si sta accentuando. Tra i bancari Industrial and Commercial Bank (CN000A0LB42) ha perso lo 0,5%, Minsheng Banking Corp (CN0005910772) lo 0,7% e China Merchants Bank (CN000A0KFDV9) lo 0,6%. Nel settore immobiliare Poly Real Estate (CN000A0KE8T0) ha perso l'1,1% e Gemdale (CNE000001790) lo 0,9%. Tra i minerari Aluminum Corporation of China (CNE1000001T8) ha perso l'1,6% e Zijin Mining (CNE100000502) l'1%. Anhui Conch Cement (CNE0000019V8), il maggiore produttore cinese di cemento, ha chiuso in ribasso dell'1,4%. SAIC Motor (CNE000000TY6), il maggiore produttore cinese di automobili, ha perso lo 0,7%.

L'Hang Seng ad Hong Kong ha perso lo 0,8% a 19.025,27 punti.

L'S&P/ASX 200 a Sydney ha guadagnato lo 0,1%, il FTSE Straits Times lo 0,2% e il Kospi a Seul lo 0,1%. Il Taiex a Taipei ha perso lo 0,2%.

Articoli correlati