Borse Asia-Pacifico contrastate, frena Shanghai

Lo Shanghai Composite ha perso l'1,4%, Hong Kong ha guadagnato lo 0,3% e Sydney lo 0,1%.

CONDIVIDI
Le principali borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso oggi constrastate.

Lo Shanghai Composite ha perso l'1,4% a 2.266,38 punti. Dopo il rally di ieri sulla piazza finanziaria cinese sono scattate delle prese di beneficio. Tra i bancari Industrial and Commercial Bank (CN000A0LB42) ha perso l'1,2%, Shanghai Pudong Development Bank (CN0009282731) l'1,7% e China Merchants Bank (CN000A0KFDV9) il 2%. Nel settore immobiliare China Vanke (CN0008879206) ha perso lo 0,9% e Poly Real Estate (CN000A0KE8T0) il 2,2%. Tra i titoli dei produttori di carbone China Coal Energy (CNE100000528) ha chiuso in ribasso del 3,3% e China Shenhua Energy (CN000A0ERK49) dell'1,8%. Secondo l'agenzia stampa "Xinhua" i prezzi del carbone potrebbero calare in Cina nella prima metà del 2012.

L'Hang Seng ad Hong Kong ha chiuso in rialzo dello 0,3% a 19.686,90 punti. Il mercato azionario della città costiera ha beneficiato della positiva performance registrata ieri da Wall Street. Tra i titoli dell'Hang Seng HSBC (GB0005405286) ha guadagnato lo 0,7%, Hutchison Whampoa (HK0013000119) l'1,3%, Li & Fung (BMG5485F1445) l'1,9%, Cheung Kong Holdings (HK0001000014) lo 0,9% e PetroChina (CN0009365379) lo 0,9%. China Mobile (HK0941009539) ha perso lo 0,8% e Esprit (BMG3122U1457) il 2,6%.

Tra le altre borse della regione Asia-Pacifico l'S&P/ASX 200 a Sydney ha guadagnato lo 0,1% e il Taiex a Taipei lo 0,2%. Il FTSE Straits Times a Singapore ha perso lo 0,7% e il Kospi a Seul lo 0,1%.

Articoli correlati