Borse Asia-Pacifico in rosso per la terza seduta di fila

Shanghai ha perso l'1,6% e Hong Kong lo 0,5%.

CONDIVIDI
Le principali borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso oggi per la terza seduta di fila in rosso.

Lo Shanghai Composite ha perso l'1,6% a 2.224,11 punti. Era da cinque mesi che l'indice cinese non chiudeva a tali livelli. Gli investitori continuano ad essere preoccupati a causa del rallentamento dell'economia. Citigroup ha tagliato le sue previsioni sul PIL della Cina nel 2012 da +8,1% a +7,8%. Sulla Borsa di Shanghai hanno pesato inoltre i timori relativi alla crisi del debito in Europa. Il calo dei prezzi dei metalli ha penalizzato i minerari. Jiangxi Copper (CN0009070615) ha perso il 3,9%, Zijin Mining (CNE100000502) il 2,5% e Tongling Nonferrous Metals (CNE000000529) il 5,1%. Nel settore immobiliare China Vanke (CN0008879206) ha perso il 3,1%, Poly Real Estate (CN000A0KE8T0) il 4,9% e China Merchants Property Development (CNE0000008B3) il 5,8%. Secondo quanto riporta il "China Securities Journal" il Governo cinese potrebbe effettuare dei cambiamenti nella tassazione degli immobili.

L'Hang Seng ad Hong Kong ha perso lo 0,5% a 18.897,45 punti.

L'S&P/ASX 200 a Sydney ha perso lo 0,5%, il Taiex a Taipei lo 0,8%, il Kospi a Seul l'1,2% e il FTSE Straits Times lo 0,5%.
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions