Borse Asia-Pacifico negative, Shanghai chiude ai minimi da tre mesi

Lo Shanghai Composite ha perso l'1,4%.

CONDIVIDI
Tutte le principali borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso oggi in netto ribasso.

Lo Shanghai Composite ha perso l'1,4% a 2.260,88 punti. Era da tre mesi che il listino cinese non chiudeva a tali livelli. Sulla Borsa di Shanghai hanno pesato i timori legati al rallentamento dell'economia. L'indice PMI di HSBC e Markit Economics relativo al settore manifatturiero cinese è calato questo mese ai minimi da novembre. La notizia ha penalizzato soprattutto i titoli dei produttori di materie prime. Jiangxi Copper (CN0009070615) ha perso il 3%, China Shenhua Energy (CN000A0ERK49) il 2,3% e PetroChina (CN0009365379) l'1,5%. Tra i bancari Industrial and Commercial Bank (CN000A0LB42) ha perso lo 0,8%, Shanghai Pudong Development Bank (CN0009282731) lo 0,7% e China Merchants Bank (CN000A0KFDV9) l'1,2%. Secondo quanto riporta "21st Century Business Herald" i depositi netti delle banche cinesi sarebbero calati nelle prime due settimane di giugno di CNY 460 miliardi.

L'Hang Seng ad Hong Kong ha perso l'1,3% a 19.265,07 punti.

L'S&P/ASX 200 a Sydney ha perso l'1,1%, il Taiex a Taipei lo 0,8%, il Kospi a Seul lo 0,8% e il FTSE Straits Times lo 0,9%.

Articoli correlati