Borse Asia-Pacifico: Shanghai +1% dopo taglio tassi

Hong Kong e Sydney hanno chiuso in leggero ribasso.

CONDIVIDI
La maggior parte delle principali borse della regione Asia-Pacifico ha chiuso oggi in ribasso.

Lo Shanghai Composite ha guadagnato l'1% a 2.223,58 punti. La Cina ha tagliato ieri a sorpresa di nuovo i suoi tassi d'interesse. La notizia ha spinto soprattutto i titoli dei gruppi immobiliari e dei broker. Nel settore immobiliare China Vanke (CN0008879206) ha guadagnato il 3,9%, Poly Real Estate (CN000A0KE8T0) il 5% e Gemdale (CNE000001790) il 5,3%. Nel settore del brokeraggio Citic Securities (CNE000001DB6) ha guadagnato il 3,2% e Haitong Securities (CNE000000CK1) il 2,9%. I bancari hanno chiuso deboli. Industrial and Commercial Bank (CN000A0LB42) ha perso l'1%, Agricultural Bank of China (CNE100000Q43) lo 0,8% e China Construction Bank (CN000A0HF1W3) lo 0,7%. Alcuni analisti hanno fatto notare che il taglio asimmetrico dei tassi effettuato dalla Banca Popolare della Cina farà aumentare i costi delle banche e ridurrà il loro reddito derivante dalle concessioni di prestiti.

L'Hang Seng ad Hong Kong ha perso lo 0,1% a 19.800,64 punti.

L'S&P/ASX 200 a Sydney ha perso lo 0,3%, il Taiex a Taipei lo 0,3% e il Kospi a Seul lo 0,9%. Il FTSE Straits Times ha guadagnato lo 0,2%.

Articoli correlati