Borse Asia-Pacifico: Shanghai chiude ai massimi da otto settimane

Lo Shanghai Composite ha guadagnato lo 0,8%. Lieve rialzo per Hong Kong, scende Sydney.

CONDIVIDI
La maggior parte delle principali borse della regione Asia-Pacifico ha chiuso oggi in rialzo.

Lo Shanghai Composite ha guadagnato lo 0,8% a 2.330,41 punti. Era da otto settimane che il listino cinese non chiudeva a tali livelli. Sul mercato è circolata oggi la voce che la Banca Popolare della Cina taglierà questo mese di nuovo il coefficiente delle riserve obbligatorie delle banche. Tra i bancari Industrial and Commercial Bank (CN000A0LB42) ha guadagnato lo 0,7%, China Construction Bank (CN000A0HF1W3) lo 0,8% e China Merchants Bank (CN000A0KFDV9) lo 0,9%. Tra gli assicurativi China Life (CN0003580601) ha guadagnato l'1,2% e Ping An Insurance (CNE1000003X6) l'1,3%. Nel settore immobiliare Poly Real Estate (CN000A0KE8T0) ha guadagnato l'1,1% e Gemdale (CNE000001790) l'1,5%. Tra gli auriferi Zhongjin Gold (CNE000001FM8) ha guadagnato l'1,2%, Shandong Gold Mining (CNE000001FR7) il 3,5% e Zijin Mining (CNE100000502) lo 0,9%. Il prezzo dell'oro ha chiuso ieri a New York ai massimi da undici settimane.

L'Hang Seng ad Hong Kong ha chiuso in rialzo dello 0,1% a 20.757,00 punti. A frenare gli acquisti è stata la prudente apertura delle borse europee. Gli investitori non vogliono correre troppi rischi in vista degli importanti dati macroeconomici che verranno pubblicati oggi negli USA. Hutchison Whampoa (HK0013000119) ha guadagnato il 3,3%. Il conglomerato ha acquistato il terzo operatore di telefonia mobile dell'Austria per circa €1,3 miliardi. Li & Fung (BMG5485F1445) ha guadagnato il 2,6%. Le nuove richieste di sussidi alla disoccupazione sono calate la scorsa settimana negli USA più di quanto atteso dagli economisti. L'andamento degli affari di Li & Fung è fortemente legato alla domanda dei consumatori statunitensi. Li Fung è infatti, tra l'altro, un importante fornitore di Wal-Mart (US9311421039). Tra i petroliferi PetroChina (CN0009365379) ha perso l'1,2% e Sinopec (CN0005789556) lo 0,1%. Il prezzo del petrolio ha chiuso ieri a New York ai minimi da sei settimane.

Tra le altre borse della regione Asia-Pacifico l'S&P/ASX 200 a Sydney ha perso lo 0,4% e il Kospi a Seul lo 0,6%. Il Taiex a Taipei ha guadagnato lo 0,3% e il FTSE Straits Times a Singapore lo 0,6%.

Articoli correlati