Borse Asia-Pacifico: Shanghai sale ancora, vola il settore dell'auto

Lo Shanghai Composite ha chiuso per la settima seduta di fila in rialzo.

CONDIVIDI
Quasi tutte le principali borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso oggi in ribasso.

Lo Shanghai Composite ha guadagnato lo 0,3% a 2.447,06 punti. Per il listino cinese si è trattato della settima seduta positiva di fila. Il settore dell'auto ha guidato la lista dei rialzi. Dongfeng Automobile (CNE000000ZT3) ha guadagnato il 10%, FAW Car (CN0009095802) il 2%, Chongqing Changan Automobile (CNE000000R36) il 5% e Anhui Jianghuai Automobile (CNE0000018M9) il 10%. La Cina ha incluso nella lista per gli acquisti di veicoli pubblici nel 2012 solamente dei marchi domestici. I pretroliferi hanno beneficiato dell'aumento del rezzo del petrolio. Sinopec (CN0005789556) ha guadagnato lo 0,8% e PetroChina (CN0009365379) l'1,2%.
Poly Real Estate (CN000A0KE8T0) ha chiuso in ribasso dell'1,3%. Secondo il "China Business Media" il secondo gruppo immobiliare della Cina avrebbe tagliato dall'inizio dell'anno i suoi prezzi per più di 100 progetti in più di 40 città.

L'Hang Seng ad Hong Kong ha chiuso in ribasso dello 0,9% a 21.217,90 punti. Il G20 non ha potuto raggiungere un accordo sull'aumento delle risorse finanziarie del Fondo Monetario Internazionale (FMI). A pesare sul mercato azionario della città costiera sono stati inoltre i timori legati all'aumento del prezzo del petrolio. Tra i titoli dell'Hang Seng HSBC (GB0005405286) ha perso l'1,2%, Hutchison Whampoa (HK0013000119) l'1,2%, Li & Fung (BMG5485F1445) l'1,1%, China Mobile (HK0941009539) lo 0,3% e Cheung Kong Holdings (HK0001000014) l'1,8%.

Tra le altre borse della regione Asia-Pacifico l'S&P/ASX 200 a Sydney ha perso lo 0,9%, il Kospi a Seul l'1,4% e il FTSE Straits Times a Singapore l'1,1%.

Articoli correlati