i giudizi degli analisti di oggi sulle blue chips europee

CONDIVIDI
Anche il quotidiano "China Daily" ha riportato oggi le voci già corse negli scorsi giorni secondo le quali China Netcom dovrebbe sbarcare in borsa già nel primo semestre di quest'anno.China Netcom, dopo China Telecom (ISIN: CN0007867483) la seconda società di telefonia fissa cinese, opera in 10 province del nord-est cinese (compresa la capitale Pechino), un'area oggi a medio reddito ma con enormi potenzialità di sviluppo. L'impresa è attiva anche nella telefonia mobile un settore sicuramente a più alta crescita rispetto ai servizi di linea fissa. China Netcom dovrebbe ottenere prossimamente licenze 3G in Cina, insieme ai giganti dei cellulari come China Mobile (ISIN: HK0941009539), il maggiore carrier mobile del mondo per abbonati, e China Unicom (ISIN: HK0762009410). China Netcom, che al momento dispone di circa 93 milioni di utenti nella telefonia fissa, prevede di poter aumentare nel 2004 i suoi utili del 70% a CNY 4,5 miliardi. Già scelte le banche che coordineranno il collocamento: China International Capital Corp., Goldman Sachs e Citigroup. China Netcom aveva annunciato precedentemente la sua IPO per il terzo trimestre 2004. L'IPO dovrebbe portare nelle casse di China Netcom almeno $3 miliardi. Con questo capitale l'impresa vorrebbe continuare a migliorare ed allargare le infrastrutture della sua rete a banda larga nel nord della Cina. Gli utenti di China Netcom per quanto riguarda questi servizi dovrebbero quasi raddoppiare quest'anno da 2,7 a 5 milioni. Dopo la quotazione ad Hong Kong China Netcom sbarcherà anche sul listino di New York.

CNY=Yuan la valuta della Repubblica Popolare Cinese

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions