La Borsa di Tokyo chiude in deciso ribasso, crolla Fast Retailing

Il Nikkei ha perso il 2,3% a 9.819,99 punti e il Topix l'1,8% a 835,36 punti.

CONDIVIDI
La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in forte ribasso. Il Nikkei ha perso il 2,3% a 9.819,99 punti e il Topix l'1,8% a 835,36 punti. Dai verbali del FOMC, il comitato esecutivo della Fed, è emerso che la Banca Centrale degli USA è diventata più prudente su un ulteriore allentamento quantitativo. Anche sul mercato azionario giapponese hanno pesato inoltre i nuovi timori relativi alla crisi Europa. Soprattutto la situazione della Spagna preoccupa sempre più gli investitori.
Tra i bancari Mitsubishi UFJ Financial (JP3902900004) ha perso l'1,7%, Sumitomo Mitsui Financial Group (JP3890350006) l'1,5% e Mizuho Financial Group (JP3885780001) l'1,5%. Tra gli assicurativi T&D (JP3539220008) ha perso il 3,2%, Tokio Marine Holdings (JP3910660004) il 2,8% e Dai-ichi Life (JP3476480003) il 3,6%. Tra gli esportatori Toyota (JP3633400001) ha perso il 2%, Honda (JP3854600008) il 3,1%, Panasonic (JP3866800000) il 3,6%, Canon (JP3242800005) l'1,9% e Sony (JP3435000009) il 2,9%.
Fast Retailing (JP3802300008) ha chiuso in ribasso del 5,7%. Le vendite della controllata Uniqlo, la principale catena d'abbigliamento del Giappone, sono aumentate lo scorso mese meno di quanto atteso dagli analisti.
Nel settore petrolifero Cosmo Oil (JP3298600002) ha perso il 3,5%, Inpex (JP3294430008) l'1,6% e Japan Petroleum Exploration (JP3421100003) il 2,2%. Il prezzo del petrolio ha perso ieri a New York l'1,2%.

Articoli correlati