La Borsa di Tokyo chiude in rosso, male Nintendo

Il Nikkei ha perso lo 0,4% a 9.520,89 punti e il Topix lo 0,7% a 804,27 punti.

CONDIVIDI
La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in ribasso. Il Nikkei ha perso lo 0,4% a 9.520,89 punti e il Topix lo 0,7% a 804,27 punti. La Banca Centrale del Giappone ha alzato di nuovo il volume del suo programma d'acquisto di asset. La notizia ha potuto sostenere solo temporaneamente il mercato. Sulla Borsa di Tokyo hanno pesato i timori legati alla crisi in Europa. Standard & Poor's ha declassato la Spagna a "BBB+". Tra i bancari Mitsubishi UFJ Financial (JP3902900004) ha perso lo 0,3% e Sumitomo Mitsui Financial Group (JP3890350006) lo 0,3%. Tra gli assicurativi T&D (JP3539220008) ha perso il 2%, Tokio Marine Holdings (JP3910660004) lo 0,3% e Dai-ichi Life (JP3476480003) lo 0,9%.
Advantest (JP3122400009) ha chiuso in rialzo del 7,2%. Il primo produttore al mondo di sistemi di collaudo automatico per semiconduttori è tornato lo scorso trimestre all'utile e ha fornito un positivo outlook sul corrente esercizio.
Softbank (JP3436100006) ha guadagnato il 3,1%. Il terzo operatore giapponese di telefonia mobile ha aumentato lo scorso esercizio il suo utile del 65% e alzato il suo dividendo da ¥5 a ¥40 per azione.
Nintendo (JP3756600007) ha perso il 5,5%. Il gigante dei videogiochi ha registrato lo scorso esercizio la prima perdita annuale della sua storia.

Articoli correlati