semiconduttori: l'analisi tecnica di altera e applied Materials

CONDIVIDI
Tra le maggiori borse dell'Europa orientale si è distinta oggi ancora una volta Budapest l'unica ad archiviare la settimana in territorio positivo. Il BUX ha guadagnato l'1,3% a 11478,42 punti. Forte rialzo per il titolo dell'impresa farmaceutica Gedeon Richter (ISIN: HU0000067624): +7,1% a HUF 22400. In calo invece i due titoli principali dell'indice MOL (ISIN: HU0000068952) e Matav (ISIN: HU0000016522) che hanno perso rispettivamente l'1,3% e l'1,8%.
A Varsavia il WIG ha chiuso in calo dello 0,54% a 25059,06 punti. Bank Pekao (ISIN: PLPEKAO00016) ha perso il 2,54% PLN 134,5.
A Praga il PX50 ha chiuso in ribasso dello 0,79% a 831,5 punti.
Ancora una giornata negativa per Mosca. L'indice RTS-Interfax ha registrato un calo dello 0,75% a 731,30 punti. Trai i colossi del petrolio male LUKoil (ISIN: RU0009024277 - US6778621044) -3,3% a $30,3, stabile Sibneft (ISIN: US8257311022) a $3,41, mentre Yukos (ISIN: US98849W1080) ha guadagnato l'1,2% a $14,51. L'impresa ha comunicato che le sue riserve di greggio sono aumentate nel 2003 del 7%. In calo il gigante dei metalli Norilsk Nickel (ISIN: US46626D1081) -2% a $74,2.
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions