j.p. morgan resta cauta sul settore bancario italiano

CONDIVIDI


Il caso Yukos (US98849W1080) diventa sempre più drammatico e la sua fine sembra essere ormai molto vicina. La fine della vicenda potrebbe anche corrispondere alla bancarotta dell'impresa, ma non è ancora detta l'ultima parola. Il gigante del petrolio ha tempo fino a mercoledì sera per pagare al fisco russo circa RUB 100 miliardi ($3,4 miliardi). Le autorità hanno però congelato giovedì tutti i conti della società . Yukos ha annunciato oggi inoltre di aver ricevuto una comunicazione di default da un cosorzio di banche su un prestito da $1 miliardo. Bruce Misamore, CFO di Yukos ha dichiarato, che le autorità starebbero portando con i loro provvedimenti la più solida impresa russa alla bancarotta. Il titolo di Yukos perde attualmente sulla piattaforma telematica della borsa di Mosca il 5,3% a $6,30.
Andrei Kukk di UralSib stima che il titolo non quota ancora a $2 perchè molti investitori crederebbero ancora ad un miracolo. Anche Merrill Lynch non crede ad un fallimento di Yukos ed ha nientemeno rivisto oggi al rialzo, da "Neutral" a Buy", il rating sul titolo. Secondo gli analisti della banca d'affari tutti i provvedimenti presi dalle autorità sarebbero volti a fare pressione sull'holding Menatep, l'azionista di maggioranza di Yukos. Il Governo russo dovrebbe alla fine trovare un compromesso a lui favorevole con Menatep e ricevere il controllo dell'impresa.
In effetti la vicenda Yukos è una specie di partita a scacchi tra i potenti della politica e dell'economia russa. Anche l'annuncio da parte di Yukos di essere costretta eventualmente ad interrompere la sua produzione di greggio va interpretato solo come un avvertimento in direzione del Governo russo. Yukos produce circa 1,5 milioni di barili di petrolio al giorno, un quinto del volume della Russia intera. Un'interruzione della produzione da parte di Yukos rappresenterebbe una forte perdita d'immagine per la Russia nonchè un grave danno per l'economia del paese. Una tale eventualità è però molto improbabile.Il Cremlino farà infatti di tutto per evitare una tale catastrofe.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions