Borse dell'Europa dell'Est: Budapest brilla grazie a OTP Bank

Il BUX ha guadagnato nella capitale ungherese il 2,7%. Seduta positiva anche per Mosca e Varsavia, lieve calo per Praga.

CONDIVIDI
Tra le principali borse dell'Europa dell'Est solo Praga ha chiuso oggi in ribasso.

L'indice RTS ha guadagnato a Mosca il 2,5% a 1.917,61 punti. I volumi di scambio sono esplosi rispetto a venerdì e sono stati molto alti. Il mercato azionario russo ha beneficiato del forte aumento del prezzo del petrolio. Tutte le blue chips russe hanno chiuso in rialzo. LUKoil (RU0009024277) ha guadagnato il 4,5%, Rosneft (RU000A0J2Q06) il 3,7%, Gazprom (RU0007661625) l'1,9%, Norilsk Nickel (RU0007288411) il 3,9%, EESR Rossii (RU0008959655) il 4,6% e Sberbank (RU0009029540) il 2,1%. Tra gli altri titoli del listino russo MTS (RU0007775219) ha chiuso in rialzo dello 0,8% a $12,20. Bear Stearns ha alzato il suo rating sul titolo del principale operatore russo di telefonia mobile da "Peer perform" ad "Outperform". Secondo il broker MTS sarebbe sottovalutato in borsa e dovrebbe beneficiare della forte crescita dell'economia russa.

Il BUX a Budapest ha chiuso in rialzo del 2,7% a 23.345 punti. Il listino ungherese è stato spinto dal rally di OTP Bank (HU0000061726): +6,6% a HUF 7.400. OTP Bank ha annunciato oggi di aver venduto per €617 milioni le sue attività nelle assicurazioni alla francese Groupama. In base all'accordo Groupama acquisterà inoltre una partecipazione dell'8% nella prima banca ungherese. Seduta positiva anche per MOL (HU0000068952): +2,7% a HUF 23.000. Magyar Telekom (HU0000016522) ha perso invece controtendenza lo 0,7%.

Il PX a Praga ha perso lo 0,1% a 1.493,2 punti. Seduta da dimenticare per AAA Auto (NL0006033375): -7,7% a CZK 26,26. Il primo rivenditore di auto usate dell'Europa centro-orientale ha lanciato venerdì scorso un profit warning. Male anche Zentiva (NL0000405173): -2,8% a CZK 909,50. Deutsche Bank ha declassato oggi il titolo dell'impresa farmaceutica da "Hold" a "Sell". Deutsche Bank ha spiegato il downgrade con i recenti guadagni di Zentiva. I titoli di maggior peso del listino ceco hanno chiuso contrastati. Erste Bank (AT0000652011) ha guadagnato l'1% e Teléfónica O2 C.R. (CZ0009093209) lo 0,6%. Komercni Banka (CZ0008019106) e Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) hanno perso rispettivamente l'1,4% e lo 0,3%.

Il WIG a Varsavia ha guadagnato lo 0,7% a 47.942,35 punti. Il listino polacco ha beneficiato della positiva performance dei bancari. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha guadagnato il 2,8%, PKO Bank Polski (PLPKO0000016) il 2,4%, BRE Bank (PLBRE0000012) il 2,1% e BZW Bank (PLBZ00000044) lo 0,4%. Dopo il balzo di venerdì scorso KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) ha perso oggi lo 0,5%. Terza seduta negativa di fila per PKN Orlen (PLPKN0000018): -1,3% a KPN 39,40. Il CEO della principale impresa petrolchimica polacca ha avvertito giovedì scorso che nel quarto trimestre 2007 l'utile potrebbe aver registrato da anno ad anno un calo.
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions