Borse America Latina: San Paolo chiude ai massimi da otto mesi

Il Bovespa ha guadagnato l'1,7% a 55.202,54 punti. Bene anche la Borsa di Città del Messico.

CONDIVIDI

Quasi tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato l'1,7% a 55.202,54 punti. Era da otto mesi che il listino brasiliano non chiudeva a tali livelli. La Fed ha espresso ottimismo sulle prospettive dell'economia e confermato che ritirerà i suoi stimoli monetari gradualmente. I titoli dei produttori di materie prime hanno brillato in particolar modo. Fibria Celulose (BRFIBRACNOR9), il maggior fabbricante di cellulosa a livello mondiale, ha guadagnato il 2,4%. Gerdau (BRGGBRACNPR8), il primo produttore sudamericano di acciaio, ha chiuso in rialzo del 2%. Vale (BRVALEACNPA3), il maggiore produttore al mondo di minerale di ferro, ha guadagnato l'1,4%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha guadagnato il 3,7%. Le quotazioni del Brent sono salite ai massimi da nove mesi.

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,5%, l'IPSA a Santiago del Cile l'1,1%,il Merval a Buenos Aires il 2,9%, il General a Lima lo 0,6% e il Colcap a Bogotà lo 0,2%. L'IBVC a Caracas ha perso lo 0,1%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions