Borse America Latina: San Paolo pesante, Bovespa -1,6%

Città del Messico ha perso lo 0,1%. Bene Buenos Aires. A San Paolo forti vendite sulle banche.

CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso l'1,6% a 53.425,74 punti. A pesare sono stati i timori legati alla tensione in Iraq e il debole dato sul PIL degli USA nel primo trimestre. Tra i bancari Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) ha perso il 4,3%, Itau Unibanco (BRITAUACNPR3) il 3,2% e Santander Brasil (BRSANBACNPR5) il 2,3%. Il governo brasiliano ha annunciato che inietterà BRL 30 miliardi nella banca per lo sviluppo BNDES. Gli investitori temono ora che la concorrenza per gli isituti di credito privati possa aumentare e penalizzare i loro utili.
Oi
(BROIBRACNPR8) ha chiuso in rialzo dell'1%. L'operatore telefonico ha venduto le torri di comunicazione per BRL 1,17 miliardi.
Petroleo Brasileiro
(BRPETRACNPR6) ha perso un ulteriore 2%. Il mercato continua ad essere preoccupato a causa dell'elevato indebitamento del gruppo petrolifero.

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha perso lo 0,1%, il Colcap a Bogotà lo 0,4%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,2% e l'IBVC a Caracas lo 0,1%. Il General a Lima ha guadagnato lo 0,1% e il Merval a Buenos Aires lo 0,9%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions