La Borsa di San Paolo chiude in netto ribasso

Il Bovespa ha perso l'1,1% a 50.915,79 punti. Ancora deboli i bancari.

CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso l'1,1% a 50.915,79 punti. Il governo brasiliano ha annunciato che potrebbe tagliare il suo target di surplus primario per il 2015. A seguito della notizia il real si è indebolito significativamente. I bancari sono stati anche oggi deboli. Banco do Brasil (BRBBASACNOR3) ha perso il 4,8%, Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) lo 0,8% e Itau Unibanco (BRITAUACNPR3) l'1,6%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso il 3,8%. Il prezzo del petrolio ha chiuso a New York sotto $50 al barile. Energias Do Brasil (BRENBRACNOR2) ha guadagnato il 3,5%. Banco Bradesco ha alzato il suo rating sul titolo del gruppo energetico.

Tra gli altri indici dell'America Latina l'IPC a Città del Messico ha perso l'1,6%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,8%, il General a Lima lo 0,5% e il Merval a Buenos Aires il 3,1%. L'IBC a Caracas ha guadagnato lo 0,1% e il Colcap a Bogotà lo 0,4%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions