Borse Europa orientale quasi tutte in rosso, Mosca -0,8%

Per il MICEX si è trattato del quarto ribasso di fila. Scende anche il rublo.

CONDIVIDI

Quasi tutte le maggiori borse dell'Europa orientale hanno chiuso oggi in rosso.

Il MICEX a Mosca ha perso lo 0,8% a 2.004,50 punti. Per l’indice russo si è trattato del quarto ribasso di fila. Gli investitori restano restii a correre rischi a causa della persistente incertezza relativa alla politica monetaria della Fed. Il prezzo del petrolio è sceso inoltre significativamente dopo che l’AIE, l’Agenzia Internazionale per l'Energia, ha tagliato le sue stime sulla domanda globale di greggio. Il rublo ha perso quasi di conseguenza circa l’1% rispetto al dollaro. Tra le blue chip russe Gazprom (RU0007661625) ha perso lo 0,4%, LUKoil (RU0009024277) lo 0,3%, Rosneft (RU000A0J2Q06) lo 0,8% e Sberbank (RU0009029540) l’1,1%.

Tra gli altri principali indici dell’Europa dell’Est, il WIG a Varsavia ha guadagnato lo 0,1%, il BUX a Budapest ha perso l’1,2% e il PX a Praga lo 0,2%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions