Le quotazioni del Bitcoin toccano nuovi record, con la valuta digitale che sale stabilmente sopra quota 4.000 dollari, con accelerazioni anche in doppia cifra nell’arco di pochi giorni. Merito, sostiene Cnbc, dell’attivazione di un piano per poter velocizzare l’esecuzione delle transazioni, spostando alcuni dati al di fuori del network principale.

E così, dall’inizio del 2017 ad oggi la criptovaluta è riuscita a guadagnare più del 300%, con il fondatore dell’exchange Bitmex, Arthur Hayes, che ha dichiarato come “finora molte persone non pensavano veramente che potesse salire ancora. Con l'applicazione di questo protocolllo, in teoria la quantità di transazioni processati a una velocità ragionevole sarà molto più alto, quindi molte più persone hanno posizioni rialziste su bitcoin”.

Grazie a questo nuovo balzo in avanti, Bitcoin ha potuto superare i 15 miliardi di dollari di capitalizzazione del mercato e, secondo gli analisti, potrebbe non esser finita qui: grazie alla forte domanda spinta dal Giappone (oltre il 40% del totale delle richieste) e grazie alle tensioni geopolitiche che stanno alimentando nuovi interessi per asset diversificati, il futuro del Bitcoin potrebbe essere ancora rialzista.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA