Oro, settimana senza spunti di grande interesse per le quotazioni oro

oro

Oro, la settimana non offre grandi spunti per influenzare il metallo prezioso.

CONDIVIDI

La settimana che ha preso il via ieri non sembra fornire grandissimi spunti di interesse per l’oro, con le quotazioni oro che di fatto sono rimaste all’interno di un range non molto largo durante le cinque sedute precedenti, all’interno di una forbice tra quota 1.275 e 1.295 dollari l’oncia.

Dopo un inizio di ottava piuttosto difficile, con il prezzo del lingotto che è apparso in calo sotto il peso del rimbalzo conseguito dal biglietto verde, la situazione si è infatti ribaltata a metà ottava, quando la valuta verde ha invertito la propria tendenza nei confronti del basket delle principali valute mondiali, confermando – ancora una volta – l’esistenza di una forte correlazione tra l’oro e il dollaro USA.

A parità di altri fattori, infatti, la presenza di un biglietto verde debole favorisce la ripresa dei prezzi del metallo giallo che, essendo quotato in dollari, diventa maggiormente a buon mercato per i possessori di una valuta diversa da quella statunitense, e che hanno intenzione di acquistarlo.

In tal senso, i prossimi giorni dovrebbero offrire poche novità per i cambi valutari, ma con l’avvicinarsi della sessione dicembrina del FOMC le quotazioni del dollaro dovrebbero riprendere vigore, rispedendo forse l’oro in una posizione di maggiore contenimento.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions