Biotech (ISIN: CH0001441580) ha annunciato ieri di voler fare un buy-back fino al 10% del capitale ed introdurre il pagamento di un dividendo annuale. Questi provvedimenti sono volti a rendere il titolo più attraente per il mercato.

BB Biotech ha avuto infatti lo scorso anno un incremento deludente, pari solo all'11%, mentre il Nasdaq-Biotechnology-Index ha guadagnato il 47%. Il titolo della società svizzera di investimento in aziende di biotecnologie quota inoltre con uno sconto pari a circa il 15% rispetto al net asset value delle partecipazioni del suo portafoglio.

L'introduzione del pagamento del dividendo, che si orienterà allo sconto medio dell'azione in borsa rispetto al net asset value, è da giudicare positivamente. BB Biotech è già un titolo di stampo "difensivo", il rendimento da dividendo, al momento pari al 3,7%, dovrebbe concedergli ulteriore solidità.

Il fattore principale per l'investore resta però, naturalmente, il portafoglio di BB Biotech. Lo scorso anno suoi gestori hanno fatto due gravi errori: da una parte non hanno creduto al successo del farmaco Avastin di Genentech, dall'altra hanno ridotto troppo tardi la partecipazione in MedImmune nonostante i segnali che annunciavano un flop del suo farmaco FluMist, il primo vaccino antinfluenzale assumibile come spray nasale.

Inoltre il management del portafoglio di BB Biotech ha seguito una strategia troppo conservativa puntando soprattutto sui giganti della biotecnologia mondiale, più sicuri ma con tassi di crescita relativamente bassi. BB Biotech ha ultimamente reagito e messo in atto una ristrutturazione del portafoglio, a nostro avviso convincente.

Finalmente è stata ridotta sensibilmente la quota in MedImmune. Le shooting-stars svizzere della biotecnologia europea Actelion e Serono giocano ora un ruolo rilevante nelle partecipazioni di BB Biotech. Inoltre il focus si concentrerà in futuro di più su società non quotate. Proprio domani negli USA sbarca in borsa EyeTech, società partecipata da BB Biotech.

Il prezzo di collocamento dovrebbe essere fissato tra i $18 e i $20. BB Biotech ha acquisito la sua partecipazione di circa il 12% nell'impresa a $7. Non solo, EyeTech ha in Fase III degli studi clinici Macugen, un farmaco che sarebbe efficace per trattare la degenerazione maculare senile.

L'impresa biotech ha già stretto un'alleanza strategica con Pfizer per produrre e smerciare Macugen, il cui giro d'affari viene stimato ad almeno $1 miliardo all'anno. Il titolo di BB Biotech rappresenta per tutti coloro che vogliano investire nella biotecnologia senza correre troppi rischi sempre una delle migliori alternative. La nuova strategia di investimento dovrebbe consentire al titolo di avere in futuro una performance più soddisfacente che nello scorso anno. Stop-loss consigliato: € 34,60.  

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA