Commodities: Citigroup alza le sue stime sul prezzo del petrolio

CONDIVIDI
Citigroup ha alzato oggi le sue stime sul prezzo del petrolio per gli anni 2006-2009. Secondo la banca d'affari le quotazioni dell'oro nero potrebbero venir ridimensionate dagli attuali livelli solo in caso di un sensibile aumento delle capacità produttive a livello mondiale oppure in caso di un rilevante calo della domanda. Per il 2006 e il 2007 Citigroup ha alzato le sue previsioni sul prezzo medio del Crude rispettivamente da $60 a $66 e da $53,50 a $60 al barile. Per il 2008 la casa d'investimento attende un prezzo medio di $55 (da $48) e per il 2009 di $50 al barile (da $45). Per quanto riguarda il settore petrolifero Citigroup prevede per quest'anno una crescita media degli utili del 14%. La valutazione dell'intero comparto apparirebbe appetibile rispetto all'intero mercato. Citigroup punta sui titoli con un carattere piuttosto difensivo come BP (GB0007980591), Eni (IT0003132476), Total (FR0000120271) e Statoil (NO0010096985).
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions