I giudizi degli analisti di oggi sulle blue chips europee

CONDIVIDI
Questa è una lista con alcuni dei giudizi espressi oggi sulle blue chips europee dagli analisti delle più importanti banche d'affari.

Ahold (NL0000331817)
Kepler
ha alzato il suo rating su Ahold da "Reduce" ad "Hold" e fissato un target sul prezzo a €7,50. Secondo la casa d'investimento le prospettive di Ahold continuerebbero ad essere poco promettenti, le notizie negative sarebbero d'altra parte ormai in gran parte scontate nel suo titolo. Kepler ha indicato di essere piuttosta scettica per quanto riguarda l'andamento dei margini del colosso della distribuzione negli USA. Su Ahold peserebbe inoltre la debolezza del dollaro. La profittabilità di Ahold sul mercato domestico continuerebbe invece ad essere alta.

Deutsche Post (DE0005552004)
Credit Suisse
ha confermato il suo rating di "Outperform" su Deutsche Post ed alzato il target sul prezzo da €23,50 a €27,00. Le indicazioni date ieri da Deutsche Post sull'andamento dei suoi affari sarebbero state convincenti. Soprattutto le attività di Deutsche Post nel segmento express starebbero registrando una crescita superiore alle previsioni del mercato. HSBC (GB0005405286)
Citigroup ha tagliato il suo rating su HSBC da "Buy" ad "Hold" ed il target sul prezzo da 1.200 a 1.000 p. La banca d'affari attende per il prossimo anno un sensibile peggioramento della performance operativa di HSBC. Citigroup ha indicato che i problemi di HSBC sul mercato ipotecario statunitense dovrebbero aumentare ulteriormente.

Tesco (GB0008847096)
Credit Suisse
ha confermato il suo rating di "Outperform" su Tesco ed alzato il target sul prezzo da 380 a 400 p. Il colosso britannico della distribuzione avrebbe comunicato un promettente outlook sia per il business delle festività natalizie che per il prossimo anno. Credit Suisse crede che nel lungo termine il mercato apprezzerà maggiormente la strategia di crescita "difensiva" di Tesco.

Telecom Italia (IT0003497168)
ABN Amro ha tagliato il suo rating su Telecom Italia da "Hold" a "Sell" e confermato il target sul prezzo a €2,05. ABN Amro ha spiegato il downgrade con la recente solida performance del titolo. Secondo la grande banca olandese le attese del mercato riguardo la ristrutturazione di Telecom Italia sarebbero esagerate. Telecom Italia dovrebbe continuare a registrare una debole crescita operativa.
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions