DaimlerChrysler: I sindacati contro vendita di Chrysler, il titolo soffre

CONDIVIDI
DaimlerChrysler (DE0007100000) perde al momento a Francoforte l'1,9% a €59,24. Ron Gettelfinger, numero uno del potente sindacato United Auto Workers (abbr. UAW) ha dichiarato che chiederà al board del colosso dell'automobile, di cui è membro, di non vendere Chrysler. Secondo Gettelfinger proprio ora sarebbe sensato continuare a puntare su Chysler perchè potrebbero venir generate delle importanti sinergie. Sul titolo di DaimlerChysler pesano oggi anche delle indiscrezioni riportate, in un'anticipazione del suo prossimo numero, dal settimanale "manager magazin" secondo cui nessuno dei potenziali acquirenti di Chrysler vorrebbe accollarsi anche i costi per la prevenzione sanitaria e le pensioni dei suoi dipendenti. Questi costi, che ammonterebbero a $14 miliardi, dovrebbero perciò eventualmente venir coperti da DaimlerChrysler. La possibile vendita di Chrysler potrebbe essere quindi un affare in perdita per il gruppo guidato da Dieter Zetsche. Secondo il "manager magazin" al centro delle trattative ci sarebbe al momento il business plan per Chrysler. DaimlerChrysler prevede che la sua unità statunitense potrà tornare all'utile nel 2008. I potenziali acquirenti di Chryler sarebbero però meno ottimisti sulle sue prospettive. Nonostante ciò il management di DaimlerChrysler crederebbe che un accordo possa essere raggiunto piuttosto velocemente, forse già a maggio.
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions