Merrill Lynch accende la speculazione sul settore minerario

CONDIVIDI
Secondo Merrill Lynch i fondi di private equtiy potrebbero presto volgere la loro attenzione anche sul settore minerario. La casa d'investimento osserva, in una nota pubblicata oggi, che i fondi di private equity hanno finora evitato le imprese minerarie a causa dei rischi legati alla ciclicità del loro business. Merrill Lynch crede che il settore minerario si trovi però in un "super-ciclo" e che i prezzi delle commodities possano restare al di sopra della loro media strorica anche durante i prossimi anni. Questa circostanza dovrebbe spingere i fondi di private equity a rilevare in futuro anche delle imprese minerarie. Merrill Lynch indica inoltre che il reale valore intrinseco del settore è di gran lunga maggiore della sua attuale valutazione in borsa. Merrill Lynch fa l'esempio di BHP Billiton (GB0000566504), la prima impresa mineraria al mondo, che capitalizza al momento $87 miliardi. Secondo Merrill Lynch in caso di un buyout e di uno smantellamento di BHP solo la sua divisione petrolifera potrebbe essere ceduta per $25 miliardi. Merrill Lynch crede che un takeover di BHP Billiton sarebbe fattibile se i fondi di private equity dovessero organizzare un'eventuale operazione con l'appoggio di un altro colosso del settore come Xstrata (GB0031411001) o Companhia Vale do Rio Doce (US2044122099). Merrill Lynch specifica però di non attendere un'imminente scalata di BHP Billiton. I più probabili targets sarebbero le imprese minerarie di taglia minore come Freeport McMoRan (US35671D8570), Alumina (AU000000AWC3) e Newcrest Mining (AU000000NCM7).
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions