Le borse europee allungano, Madrid la migliore

le-borse-europee-allungano-madrid-la-miglioreLe borse europee hanno chiuso anche oggi in rialzo.Immagine: Shutterstock

I principali indici azionari europei hanno chiuso anche oggi in rialzo. Il FTSE 100 a Londra ha guadagnato lo 0,7%, lo SMI a Zurigo lo 0,5%, il FTSE MIB a Milano l'1,6%, il CAC40 a Parigi l'1,2%, l'IBEX 35 a Madrid il 2,9% e il DAX a Francoforte lo 0,6%. L'EuroStoxx 50, l'indice delle 50 principali blue chips della zona euro, è salito dell'1,4%.
Le borse del Vecchio Continente hanno rafforzato i guadagni nel pomeriggio. Gli USA hanno creato lo scorso mese più posti di lavoro di quanto atteso dagli analisti, il tasso di disoccupazione è sceso a sorpresa al 7,7%. Già in precedenza erano arrivate delle notizie molto positive dall'Asia.  Il governo giapponese ha rivisto il rialzo il dato sul PIL per il quarto trimestre da -0,4% a +0,2%. Le esportazioni della Cina sono inoltre aumentate lo scorso mese del 21,8%.
I bancari hanno guidato la lista dei rialzi. Barclays (GB0031348658) ha guadagnato il 2,9%, Commerzbank (DE0008032004) il 2,1%, Société Générale (FR0000130809) il 4,7%, UniCredit (IT0000064854) il 2,8%, BBVA (ES0113211835) il 4% e Credit Suisse (CH0012138530) il 3,9%.
Molto bene anche i semiconduttori. Infineon (DE0006231004) ha guadagnato il 5,6% e STMicroelectronics (NL0000226223) l'1,9%. Texas Instruments (US8825081040) ha alzato le sue previsioni per il corrente trimestre.
France Télécom
(FR0000133308) ha guadagnato il 3,7%. Exane BNP Paribas ha alzato il suo rating sul titolo dell'operatore telefonico da "Neutral" ad "Outperform".
Fugro
(NL0000352565) ha chiuso in rialzo del 14%. Il gruppo olandese ha generato lo scorso anno un utile di €292 milioni. Gli analisti avevano atteso €282 milioni.
Lagardère
(FR0000130213) ha guadagnato il 4,8%. Il gruppo francese è tornato lo scorso anno all'utile.
Clariant
(CH0012142631) ha perso il 2,4%. Nomura ha tagliato il suo rating sul titolo dell'impresa chimica svizzera a "Reduce".
ThyssenKrupp (DE0007500001) ha guadagnato il 6,4%. Il presidente Gerhard Cromme ha annunciato le sue dimissioni. Gli investitori scommettono che il caos relativo alle attività statunitensi del gruppo tedesco verrà essere ora risolto.

Articoli correlati